Home La città
pan di morbegno

La città

Situata nella Bassa Valtellina, Morbegno compresa a nord dalle ultime pendici delle Alpi Retiche e a sud dalle Alpi Orobie. L’attuale comune comprende anche le frazioni a nord dell’Adda, fino al 1939 comune di Campovico. Il centro storico è attraversato dal torrente Bitto affluente del fiume Adda. Il borgo antico è abbastanza compatto e presenta oltre a diverse architetture di un certo spicco, diversi angoli interessanti e caratteristici con pareti coperte di affreschi e ringhiere metalliche tipiche dell’antico artigianato locale che ingentiliscono le facciate di parecchi palazzi.

Il Bitto, nel centro della città, scorre in una pittoresca gola. Il fiume un tempo forniva energia a diversi piccoli stabilimenti affacciati sul fiume.

Riscoperte e valorizzate in questi ultimi anni le numerose cantine dalla caratteristica forma “a volta”, spesso articolate su più piani marcano la vocazione commerciale di Morbegno, accresciutasi nei secoli grazie alla sua strategica posizione.

L'antico borgo è saldato con il territorio comunale di Cosio Valtellino a ovest e a est con Talamona, dove è nata la zona industriale. Molti insediamenti abitativi sono sorti nell’area, un tempo agricola, che dalla statale si spinge verso nord, in direzione dell’Adda.

Morbegno è il punto di partenza ideale per le escursioni sui versanti orobici e retici: la Val Masino è meta apprezzata per le arrampicate, mentre la Val Gerola offre una buona scelta di piste da sci con un orientamento particolare alla pratica dello snowboard.

Tra i monumenti sono da ricordare il Palazzo Malacrida (sec. XVIII): l'aristocratica dimora spicca per la privilegiata ubicazione nel cuore del centro storico e per la bellezza dei suoi cicli pittorici.

La collegiata di San Giovanni Battista, dalla maestosa facciata e dall’interno sorprendentemente arioso, conserva oltre a numerosi affreschi e dipinti, un reliquario con la Sacra Spina della corona di Cristo e le spoglie del domenicano Beato Andrea da Peschiera, venerato come l’apostolo della Valtellina.

La bramantesca chiesa dell'Assunta rappresenta l'unione perfetta tra l'arte rinascimentale e l'arte barocca. All'interno trionfa sulla ricca decorazione pittorica la splendida ancona lignea.

La Chiesa di San Pietro, dal grazioso campanile barocco, è un piccolo gioiello sito nel cuore dell'antico borgo.

 

Article Map